PASTICCERIA | L'ARTE DELLA DOLCEZZA

January 4, 2018

 

 

Cultura, sapori, emozioni… Arte! La storia dei dolci ha subito innumerevoli ed impressionanti cambiamenti nel corso della storia. Si è arricchita di profumi e sapori, sempre in bilico fra l’essere una passione e professione, perché quando si crea una torta c’è sempre bisogno del Cuore.

 

Nelle società di un tempo, i primi "dolci" consistevano in elaborazioni nate arricchendo il pane e furono per molto tempo riservate esclusivamente alla classe nobile mentre i restanti ceti sociali - ben lontani dallo sfarzo delle corti e dove la povertà imperava - dovevano accontentarsi dei soliti pasti frugali.

 

I dolcetti casalinghi più frequenti sembrano essere stati i datteri ripieni di noci o mandorle, che tutt’oggi si regalano nel sud Italia e nel bacino del Mediterraneo specie in occasione del Natale.

 

Questa tradizione perdurò per diversi anni, complice anche la poca innovazione portata dall'epoca medievale - dove dolci elementari venivano preparati prevalentemente nelle corti e nei conventi - ad eccezione dei primi, rudimentali, esemplari di torte nuziali (dalla caratteristica forma "a torre") che furono inventati proprio in questo periodo.

 

Fu solo dopo l'anno Mille, grazie ai mercanti arabi, che nella preparazione dei dolci si iniziò a far uso di spezie, distillati ed aromi agli agrumi. Nei ricettari del XIV sec. c'era abbondanza di cannella, vaniglia, noce moscata, chiodi di garofano, pepe e zafferano. Tra i dolci più diffusi figuravano frittelle, marzapanetti e panpepati, frittelle, mostaccioli e torroni.

 

Un'evoluzione importante nell'arte pasticciera cominciò dalla fine del '500: prima grazie alla maggiore disponibilità di zucchero (indispensabile a confettare la frutta), poi per l'affermarsi di creme, cioccolata, paste frolle e paste sfoglia.

 

Solo verso la fine del '600 faranno la propria comparsa sulla scena le torte "moderne" più o meno come le conosciamo noi, a base di impasto di burro, e circa un secolo dopo - per la gioia dei più ghiotti - a base di uova e cioccolata. I dolci però, fino ad allora, erano riservati soprattutto comunque alle classi nobili.

 

Fu proprio grazie all'avvento della rivoluzione industriale che nella metà del XX secolo le torte smisero di essere dolci esclusivi delle classi più abbienti per arrivare sulle tavole di tutti come golosa aggiunta della dieta quotidiana di tutti i ceti sociali.

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

CERCA PER TAG
CERCA PER CATEGORIE
Please reload

ARTICOLI PIU' LETTI
Please reload

di Alessandro Saviano S.r.l.
Via Clarelli, 1 - Sant'Antimo (NA)
P.IVA 03847821216
FOLLOW US
  • Bianco LinkedIn Icon
LA TORTERIA DI SUAVE'
Dolci con amore dal 1994

SEGUICI SU

  • Bianco LinkedIn Icon